12 Luglio 2024

Concetta Di Lunardo

Sono laureata in Filosofia e docente di ruolo in un liceo romano. Mi sono avvicinata al giornalismo appena ho iniziato a percepire che qualcosa nell’aria non andava per il verso giusto. Che quella sensazione avesse grossi fondamenti l’ho capito anche scrivendo di cronaca e politica in uno dei municipi più grandi di Roma. Tra i miei sport preferiti, tediare i miei studenti con lo studio a memoria della Costituzione, in fondo è la risposta etica al ruolo che rivesto, la responsabilità sociale di essere insegnante e giornalista, la responsabilità di non portare all’ammasso chi mi ascolta e mi legge. Diventare giornalista è stato il risultato di un processo di ricerca e di una una “buona scuola”, perchè senza quella curiosità aristotelica che mi caratterizza, di cercare, ricercare e senza quella competenza di chi considero il mio "maestro", non sarei qui. Seguitemi. Abstract: Siciliana, anzi jonica-etnea trapiantata a Roma. Curiosa, giornalista per passione civile. Disadattata, ché mi pare che di civile in giro sia rimasto ben poco. Sognatrice. Criticamente di sinistra. Agnostica.