SHARE
di Paola Gaspardis

Giunta al quarto anno consecutivo, la Rocca dei Poeti quest’anno ha cambiato la propria cornice, trasferendosi dalla prestigiosa sala Riario del Borgo di Ostia antica, alla splendida cittadina di Tuscania.

Anche in questo caso antiche vestigia hanno accolto, sabato 15 dicembre, il reading di poesia che ha visto avvicendarsi nell’ex Tempio di Santa Croce, artisti nazionali e internazionali.


Il Comune di Tuscania ha ospitato con grande piacere questo importante evento culturale, dando il proprio benvenuto al deus ex machina della manifestazione, Michele Gentile, attraverso le calorose ed entusiaste parole dell’assessore alla cultura Stefania Nicolosi, che seduta al tavolo dei relatori, tra l’editore Alessio Masciulli e lo scrittore e giornalista del TG1 Gianni Maritati, ha potuto presenziare ad una splendida serata.

Un evento, gratuito, che ha visto esprimere contenuti profondi, messaggi importanti ed emozioni vere, attraverso versi declamati in una magica atmosfera accompagnata dalle note del flauto traverso della bravissima Ester Veruschi e sapientemente condotto dal giornalista, scrittore e fotografo e, per l’occasione, presentatore Aldo Marinelli, che ha saputo armonizzare la serata, cogliendo gli aspetti più significativi di ogni poeta che ha omaggiato il pubblico con i propri componimenti.

Una serata di emozioni e passione, sentimenti condivisi, come il piacere di incontrarsi e stare insieme mettendo a confronto il proprio sentire e soprattutto, offrire al pubblico e agli altri poeti, stralci della propria anima.

La manifestazione ha evidenziato in maniera importante come la poesia sia sempre più un ponte in grado di collegare persone e terre lontane, di unirle sotto un’unica bandiera: quella della fratellanza e dell’amicizia.

Tutti i componimenti recitati durante l’appassionante serata sono stati raccolti in un’antologia “La Rocca dei Poeti” Masciulli Edizioni, di quei poeti giunti da tutta Italia, dalla Spagna, dalla Serbia, dalla Svezia: Luciana Argentino, Annalena Cimino, Antonio Corbo, Daniel Gahnertz, Francesca Gallus, Paola Gaspardis, Valerio Gentile, Antonio Girardi, La Banda del Drago, Rosa Mannetta, Beatrice Mezzone, Genni Morganella, Marcello Muccelli, Francisco Muñoz Soler, Alfonso Ottomana, Simona Pasquali, Andrea Petricca, Luciana Raggi, Bice Sabatini, Silvana Stremiz, Riccardo Tiberi, Bogdana Trivak e Nello Zaino.

Momenti di teatro con attori e poeti con la Compagnia del Drago che ha voluto anticipare la produzione di un libro di favole i quali proventi andranno a sostegno dell’ospedale Bambin Gesù; Umberto Coro con Rita Camilletti, con un’interpretazione della sua opera “La luna e la panchina” e infine, Guido Casadei con la lettura a più voci di “Itaca” di Costantino Kavafis, interpretata assieme a Claudia Mangone e Simona Mercuri della Compagnia Oltremodo.

Un caloroso ringraziamento quindi, a Michele Gentile e alla Cavea delle arti che hanno permesso l’incontro di tanti artisti e il successo della quarta edizione del festival e all’editore Masciulli che con le sue pubblicazioni consente la diffusione della poesia.

Paola Gaspardis

Giornalista pubblicista, scrittrice, poetessa. Classe 1969, laureata in Scienze Politiche, indirizzo politico-internazionale. All’attivo il saggio “Lo status dell’OLP nella diplomazia italiana” e pubblicazioni sulle riviste specializzate in diritto e cooperazione internazionale Assocorce News e La Nuova Frontiera e poesie in raccolte della Aletti Editore e nell’ultima antologia di Masciulli Edizioni “La Rocca dei Poeti”. Ha partecipato alla 1°edizione del Festival Internazionale della Poesia “IncontrArti”. Comunicatrice e organizzatrice di eventi in ambito artistico o organizzazione di caffè letterari.  Impiegata presso Aeroporti di Roma, si occupa di client management, credito e reporting aviation. Nella vita privata felicemente e orgogliosamente mamma.

Print Friendly, PDF & Email

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here