SHARE

Solstizio d’EstateIlluminati dal Gusto” – VI° Edizione 16 e 17 giugno 2018 – Officine Farneto – Roma

Presentato ufficialmente, direttamente nei locali dove si terrà l’evento di eccellenze enogastronomiche, il programma della manifestazione “Solstizio d’Estate – illuminati dal gusto”, che animerà 16 e 17 giugno, l’elegante location delle Officine Farneto di via Monti della Farnesina n.77

Immancabile alla Conferenza stampa anche Il Punto New.net, che sostiene l’evento in qualità di Press partner


Ad illustrare il progetto 2018 il dottor Alessio Ranaldi, amministratore unico della società organizzatrice Taste Factory

Tra le novità di quest’anno, che ha raggiunto la sesta edizione, il raddoppio dei giorni, non più uno come le scorse edizioni ma un intero weekend, e un ampliamento delle ore di apertura. Circa la tempistica, infatti, la kermesse enogastronomica di eccellenze italiane, accoglierà alle ore 11:00 gli Operatori del Settore e alle 13:00 gli Appassionati, quindi chiuderà i battenti per tutti alle 23.00.

Gli espositori quest’anno sono 150, ossia il 28% in più della scorsa edizione, e si contano ben 13 Show Cooking nelle due giornate.

In occasione della conferenza stampa, la dottoressa Ivana Feliziani

PR & Ufficio Stampa – impegnata nel Progetto “Tellus per il sociale”, ha sottolineato anche un aspetto solidale della manifestazione. All’evento sarà presente l’Associazione “Viva la Vida: nel mondo di Giuseppe Roseti” a cui sarà devoluta una donazione.

La stessa, nel suo intervento, ha messo soprattutto in evidenza la grande risorsa che costituisce il Valore Giovani e l’opportunità che gli stessi ragazzi trovano da sempre in questa manifestazione nel partecipare, fare esperienza e crescere; oggi più che mai attraverso l’esperienza formativa dell’Alternanza Scuola Lavoro.

Costante agli eventi infatti la presenza degli studenti di alcuni Istituti Alberghieri di Roma, che oltre a realizzare, secondo le indicazioni dello Chef di ogni Show Cooking, dimostrazioni in real-time da far degustare agli operatori e agli ospiti in sala, sono coinvolti attivamente nella manifestazione, nell’accoglienza e nel servizio, affiancando aziende presso i desk in un’esperienza stimolante che li cattura nella realtà lavorativa, superando la linea sottile esistente fra la partecipazione ed il coinvolgimento attivo qualificante.

Presente anche Dominga Cotarella

la quale parla anche a nome di Marta ed Enrica Cotarella – Scuola di Alta Formazione di Sala “Intrecci”, e ribadisce di mettere al centro l’importanza dei giovani e le loro motivazioni e passioni, da alimentare con la alta formazione.

In particolare promuove la Scuola di Sala che mira a qualificare l’accoglienza e la presentazione di un piatto, la sua conoscenza che si trasforma in un vero e proprio racconto.  E questo fa la differenza tra un cameriere e un maître di sala.

La famiglia Cotarella porta avanti anche un secondo progetto, nella azienda vinicola di famiglia, per una conoscenza e rispetto del vino che va coltivata fin da bambini, giocando con i colori e i profumi della natura, convinti che proprio la conoscenza e il rispetto non porteranno mai ad un abuso dell’alcool da adulti.  Dagli stessi bambini, spiega la dottoressa Dominga Cotarella, dai laboratori sensoriali, vengono realizzati disegni, destinati a diventare etichette di bottiglie di vini da vendere in beneficenza per raccolta fondi a favore di donne colpite dal tumore al seno, attraverso l’associazione IRIS del Policlinico Gemelli di Roma.

Alessio Ranaldi nell’incontro prosegue ribadendo che rimane centrale il fatto che si vogliono proporre e valorizzare le tradizioni enogastronomiche, la ricchezza del territorio, ma pone un’attenzione particolare non solo ai soli prodotti ma anche ai servizi connessi, alla formazione, all’innovazione ed all’internazionalizzazione.

Unitamente ai servizi, la VI edizione di “Solstizio d’Estate” vuole, in primis, sottolineare ulteriormente il requisito di eccellenza nell’anno 2018 definito dal MIPAAF “L’Anno del Cibo Italiano nel Mondo” focalizzando l’attenzione su due novità importanti: l’internazionalizzazione e il dibattito.

Circa l’aspetto della internazionalizzazione, all’interno dell’evento è stato creato Buyer Lounge in rappresentanza di due mercati emergenti, Cina e Brasile, alla continua ricerca di eccellenze enogastronomiche italiane. L’accesso è consentito solo ed esclusivamente agli espositori partecipanti all’evento e regolamentato dal servizio d’ordine dello stesso, e gli stessi potranno sottoscrivere accordi temporanei da perfezionare successivamente in sedi destinate.

Circa il secondo aspetto, si è ritenuto importante affiancare all’esposizione di prodotti, una promozioni di servizi legati al territorio o alle attività in qualche modo collegate, prevedendo l’organizzazione di una Sala Conferenze dove per entrambi i giorni della manifestazione si terranno incontri e workshop sui temi del business, della formazione, dell’innovazione e del giornalismo legati al mondo dell’enogastronomia di eccellenza. L’incontro ed il confronto tra operatori del settore, appassionati, stampa, food blogger ed aziende espositrici presenti rappresenterà un’opportunità concreta di visibilità, di crescita e di business per tutti.

Si apre il dibattito…

Il dibattito che apre il confronto di crescita e sviluppo è già nato in sede di conferenza stampa, quando si sono incontrate differenti figure professionali, quali il dottor Paolo Cavacini, della Chemical srl, il quale ha sottolineato l’importanza di fornire un servizio alle aziende a tutto tondo dalla nascita di un’idea di impresa, alla sua realizzazione e gestione.

L’avvocato Antonio Pulcini, che in questa sede promuove la Lista Galletti per il rinnovo dell’Avvocatura italiana, ha fatto presente che sarà presente alla manifestazione per far conoscere tematiche e programmi per la riforma dell’Avvocatura, nell’ottica di una riforma generale della Giustizia, da considerare tra le priorità per fare impresa e garantire i diritti sia di singoli cittadini che della categoria forense.

L’avvocato Casale, Casale Giuliano Private Banker, ha toccato già due aspetti che promette di approfondire. L’uno puramente professionale mettendo in guardia sul rischio nascosto d’impresa ed un secondo che mette in primo piano la solidarietà, con il progetto “conto corrente parlante” per i non vedenti.

Tra gli esempi di impresa in cambiamento che sono stati rappresentati in conferenza stampa, esemplare la presenza del Forno Seri, con Carla Seri, la quale racconta la necessità che ha avvertito di cambiare con il tempo l’offerta del prodotto, da passare dalla sola vendita al banco alla somministrazione attraverso un raffinato bistrot.

O il racconto dello chef Franco Di Nicola, che dal suo lavoro e dalla ricerca Quasar ha fatto nascere il coltello brevettato Reverso, ma il tutto verrà poi descritto nel dettaglio durante il weekend.

Una presenza istituzionale è stata rappresentata dall’ambasciatore intergovernativo Andrea Tasciotti, il quale ha puntato e concentrato l’attenzione su aspetti di politiche rurali e di promozione e conservazione del territorio in una visione integrata tra realtà rurale ed identità territoriale.

Questi e altri temi saranno ripresi e approfonditi dagli stessi in dibattiti e convegni nella due giorni del Solstizio.

 

L’eccellenza, paga…

Ciò che io ritengo emerga, già in prima battuta, dalla manifestazione Solstizio d’Estate è la concentrazione di eccellenze non solo di prodotti ma di menti.

È in atto una rivoluzione, lenta, silenziosa e profonda che riguarda tutti.

E la manifestazione sembra rappresentarla in pieno. Il consumatore sceglie e orienta il mercato. Merita rispetto. E la scelta riguarda cosa mangiare, ma anche dove andare, cosa indossare, chi frequentare, cosa pensare e soprattutto con chi condividere il tutto.

Il consumatore non si sente più di essere considerato un mero numero o target. Una nuova figura sta emergendo, che va addirittura anche oltre l’immagine di consumatore consapevole e l’insieme di essi costituisce una nuova comunità, che volge lo sguardo al passato senza rinnegare le potenzialità che può offrire l’insieme di strumenti del futuro e le tecnologie.

Il nuovo consumatore non consuma, vive il prodotto, il servizio, il territorio, la storia, l’evoluzione … e ne è parte integrante.

Questo è ciò che ci aspetta in questi due giorni di degustazione e dibattiti.


Gli Show Cooking

La manifestazione ha anche un suo lato spettacolare.

Durante l’evento – sottolinea Filippo Ranaldi – gli Show Cooking saranno realizzati in entrambe le giornate, coordinati dallo Chef Danilo Compagnucci dell’Istituto Alberghiero Pellegrino Artusi di Roma e

 

Condotti dagli Chef:

Iside De Cesare “La Parolina” (Trevinano – VT) 1 stella Michelin

Enzo Politelli “Terrazza Calabritto” (Napoli – Milano)

Valentina Santanicchio “Capitano del Popolo” (Orvieto – TR)

Giancarlo Polito “La Locanda del Capitano” (Montone – Perugia)

Claudio Matrecano “Brigata IPSEOA Vincenzo Gioberti” (Roma)

Simone Ballicu “Pastificio San Lorenzo” (Roma)

Albino Santilli “Seri il Forno 1961” (Roma)

Severino Richiusa “Brigata IPSEOA Pellegrino Artusi” (Roma)

Simone Domicoli “Catering Milanesi” (Milano)

Danilo Compagnucci “Brigata IPSEOA Pellegrino Artusi” (Roma)

 

PROGRAMMA 

Programma Sabato 16 giugno 2018

Ore 11:00 – Apertura Spazi Espositivi per Operatori

Ore 13:00 – Apertura per Appassionati del Settore

Ore 13:00 – Show Cooking (Claudio Matrecano)

Ore 14:30 – Show Cooking (Simone Ballicu)

Ore 16:00 – Show Cooking (Albino Santilli)

Ore 17:30 – Show Cooking a 4 Mani (Danilo Compagnucci/Claudio Matrecano)

Ore 19:00 – Show Cooking (Danilo Compagnucci)

Ore 20:00 – Show Cooking (Severino Richiusa)

Ore 23:00 – Chiusura Spazi Espositivi

Programma Domenica 17 giugno 2018

Ore 11:00 – Apertura Spazi Espositivi per Operatori

Ore 13:00 – Apertura per Appassionati del Settore

Ore 13:00 – Show Cooking (Danilo Compagnucci)

Ore 14:00 – Show Cooking (Simone Ballicu)

Ore 15:00 – Show Cooking (Enzo Politelli)

Ore 16:30 – Show Cooking (Iside De Cesare)

Ore 18:00 – Show Cooking (Giancarlo Polito)

Ore 19:30 – Show Cooking (Valentina Santanicchio)

Ore 21:00 – Show Cooking (Simone Domicoli)

Ore 23:00 – Chiusura Spazi Espositivi

Biglietti

Stampa e Food Blogger: Gratuito

Bambini fino a 12 anni: Gratuito

Operatori del settore: 8,00 € (1 giorno) 10,00€ (2 giorni)

Appassionati: 15,00 € (1 giorno) 20,00€ (2 giorni)

 

“Solstizio d’Estate – illuminati dal gusto” VI edizione 2018, è sostenuto da numerosi sponsor e partner, che l’organizzazione ringrazia pubblicamente per il proprio sostegno

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here