SHARE

 PUNTOSUDIME di Daniela La Porta

La Settimana del Cervello (Brain Awareness Week) è una celebrazione

fuori dal comune e dagli schemi. La sfida globale lanciata dalla Dana Alliance for Brain Initiatives dà l’opportunità di concentrare l’attenzione sulle scienze del cervello e sull’importanza della ricerca in questo ambito.

In Italia la Settimana del Cervello è promossa da Hafricah.NET, portale di divulgazione neuroscientifica che da oltre dieci anni fa divulgazione dei più recenti studi del settore, attraverso la raccolta degli eventi su questo sito web.

In occasione della IV Edizione della Settimana del Cervello, che si svolgerà sull’ intero territorio internazionale dal 11 al 17 Marzo 2019, in Italia e in tutto il mondo, si organizzano dibattiti, convegni, mostre, attività per grandi e bambini, esperti e curiosi, all’insegna della ricerca scientifica ma anche del divertimento.

L’obiettivo è cercare di fare sempre più luce su un organo che ancora rimane in gran parte misterioso.


Fra gli innumerevoli eventi proposti da enti, istituzioni e privati in tutto il territorio nazionale, menziono l’evento organizzato presso La Facoltà di Medicina e Psicologia – Dipartimento di Psicologia Dinamica e Clinica Sapienza Università di Roma che si proporrà di rispondere al quesito

ESISTE UN RISCHIO GENETICO PER I DISTURBI ALIMENTARI?

L’incontro organizzato dal Professore Ordinario di Biologia Applicata Prof. Arturo Bevilacqua e dalla sottoscritta Dott.ssa Daniela La Porta, si terrà presso la Facoltà di Medicina e Psicologia in Via degli Apuli 1/via dei Marsi 78, il giorno 11 marzo 2019 ore 10.
Gli organizzatori illustreranno le caratteristiche dei disturbi alimentari, i limiti degli studi finora svolti, i metodi e i risultati della metaanalisi dagli stessi condotti con la collaborazione della Dott.ssa Francesca Santini e del Dott. Paolo Iliceto.
L’obiettivo sarà fornirà un quadro aggiornato e veritiero del rischio genetico per i disturbi alimentari e informazioni utili a operatori, ad addetti alla formazione, agli studenti e a chiunque altro fosse interessato.

DISTURBI ALIMENTARI E STUDI DI GENETICA DEL COMPORTAMENTO UMANO

I disturbi alimentari, quali l’anoressia nervosa (AN), la bulimia nervosa (BN) e il “Binge eating disorder” (BED) sono sindromi multidimensionali potenzialmente pericolose per la vita, con disturbi fisici e/o psicologici complessi, e con una prevalenza nella popolazione che arriva al 3,5%.

Gli studi di genetica del comportamento umano, iniziati analizzando l’ereditabilità di condizioni fra gemelli o all’interno di famiglie o in caso di adozioni, si avvalgono oggi di metodi di genetica molecolare per identificare i geni possibilmente coinvolti nella produzione di determinati tratti o di patologie, che possono perciò essere considerati come fattori di rischio per le stesse. Nel caso dei disturbi alimentari, studi di questo tipo hanno analizzato il possibile coinvolgimento di diversi geni, analizzando la distribuzione di loro varianti frequenti, i cosiddetti polimorfismi genetici, in campioni di pazienti e in quelli di controllo.


LIMITI DELLE RICERCHE E SPERIMENTAZIONI FINORA CONDOTTE

Anche se la sperimentazione è stata fino ad oggi ricca di esempi e di risultati, tuttavia essa ha mostrato diversi limiti, poiché i risultati emersi nei numerosi studi genetici sono spesso contrastanti: le associazioni geni/disturbi alimentari sono forti in alcuni studi, ma deboli in altri. Durante il seminario saranno illustrati i limiti riscontrati negli studi raccolti fino a tutto il 2018.

Di tutti questi studi raccolti è stata condotta una revisione sistematica della letteratura e operato una metaanalisi dei risultati riportati negli studi condotti tra il 1997 e il 2018.

Lo scopo perseguito era giungere ad avere una visione realistica dell’associazione di polimorfismi genetici ai disturbi alimentari.

Saranno illustrati i risultati riscontrati della suddetta metaanalisi.



LA SETTIMANA DEL CERVELLO
LA SETTIMANA DALL'11 MARZO AL 17 MARZO SARA' DEDICATA INTERAMENTE ALLE SCIENZE DEL CERVELLO E ALL'IMPORTANZA DELLA RICERCA IN QUESTO AMBITO 

INVITO ALL'EVENTO:
ESISTE UN RISCHIO GENETICO PER I DISTURBI ALIMENTARI?
 IL GIORNO 11 MARZO ORE 10 PRESSO LA FACOLTA' DI MEDICINA E PSICOLOGIA  - Dipartimento di Psicologia Dinamica e Clinica Sapienza Università di Roma
Via degli Apuli 1/via dei Marsi 78, 00185 ROMA

INGRESSO LIBERO (necessaria la prenotazione)
PER INFO E PRENOTAZIONI:
ANDARE SUL SITO DE LA SETTIMANA DEL CERVELLO E CERCARE CON PAROLA CHIAVE METAANALISI

Dott.ssa Daniela La Porta – Psicologa

email: daniela.laportapsi@ilpuntonews.net

 

 

Print Friendly, PDF & Email
SHARE
Previous articleTime Out…”matrimonio a tempo”
Next articleEncelado, il nuovo album dei Luz
Daniela La Porta
Dottoressa Daniela La Porta Psicologa iscritta all'Ordine degli Psicologi del Lazio n° albo 23403. Considero PUNTI cardine della mia professionalità: l’ASCOLTO, il SOSTEGNO, il BENESSERE, la CONOSCENZA. Conduco la rubrica PUNTOSUDIME. ‘Puntiamo su noi stessi', perché siamo gli UNICI ESSERI che oltre ad AMARE possiamo un po' CAMBIARE e MIGLIORARE. Email: danielalaportapsi@gmail.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here