SHARE
Non è solo un luogo immerso nei vigneti dove poter ammirare la rigogliosità della natura, ma anche il posto giusto dove celebrare 

il potere di condivisione del vino, che sempre unisce e impreziosisce ogni
 momento conviviale. Condividere esperienze è il modo di essere che più ci caratterizza. Viviamo in un tempo in cui la partecipazione ai momenti
 quotidiani avviene sempre poù spesso attraverso i social e quindi ci sentiamo dei privilegiati perché facciamo un lavoro bellissimo, a

 contatto con la natura e quindi pieno di misteri da svelare. Il vino è un piacere da

 scoprire in ogni sua fase, ecco perché noi di Sant’Eufemia vogliamo condividere 
tanta bellezza con chi ama questo mondo”.

E’così che inizia il racconto di Alessandra Capitani, giovane amministratrice dell’azienda agricola Sant’Eufemia

Nel 2012 la famiglia Capitani acquista l’ex

 Azienda Fiammingo, storica proprietà nel territorio di Cisterna di Latina ai confini con Lanuvio, Velletri e Aprilia. Fertili terreni vulcanicI ai piedi dei Castelli

 Romani dalle forme tondeggianti inusuali nella famosa pianura pontina. E’ in questo scenario che nasce la passione che darà il via ai primi impianti dei vigneti,

 rispolverando l’antico mestiere di famiglia. Punto di partenza di un progetto 

ambizioso fortemente voluto dalla famiglia Capitani.

Mio nonno, faceva il braccianteracconta Alessandra -

 e aveva un contratto di enfitèusi (diritto reale di godimento su un fondo di proprietà altrui) con i proprietari di questa azienda, pertanto cedeva malvolentieri un quinto della produzione di uva. Ecco perché oggi ci riempie di orgoglio fare del buon vino con un’importante etichetta appunto a marchio Lorenzo Capitani che è stato naturale dedicare a mio nonno. Sono convinta che il vino ci racconta non solo la storia di un territorio, ma anche il vissuto di un produttore e il suo percorso di vita“.

Oggi alla guida di Sant’Eufemia c’è un team giovane e brillante con una

 produzione costantemente in crescita, sia per referenze che per numero di

bottiglie. La produzione è diversificata e ottenuta dalla coltivazione di 200 ettari totali tra frutteti specializzati, nei quali prevale il kiwi (verde e giallo G3 Zespri) accanto a vigneti per la produzione di pregiata uva biologica da vino.

“Siamo felici – continua Alessandra – perché gli sforzi degli ultimi anni ci stanno ripagando dalle moltte fatiche. Il successo che stiamo riscuotendo tra gli

 addetti ai lavori è la prova che stiamo lavorando nella giusta direzione. Siamo in piena vendemmia adesso e le aspettative per la produzione dei vini del prossimo 
anno sono davvero alte. Ciò grazie al lavoro dei nostri tecnici, ma soprattutto di mio

 padre – il mio vignaiolo di fiducia – che ha fatto un ottimo lavoro portando in

 cantina delle uve meravigliosamente sane. Merito anche di Paolo Peira, il nostro enologo e Lino Soria, valido ed eclettico collaboratore sommelier. Speriamo di tirare fuori il meglio dalle nostre uve e di sorprendere ancora con pregiate novità.

Nel dettaglio la produzione vitivinicola – rigorosamente da agricoltura biologica – sorge all’interno della tenuta di Valle Abate, al confine tra Cisterna e Velletri, zona di rilevanza storica anticamente denominata “17 Rubbie”. La prima parte dei vigneti, impiantati nel 2014, è entrata in produzione nel 2016 con la prima vendemmia a cui è seguito un ampliamento delle superfici. I vigneti si estendono su un totale di 34 ettari così suddivisi: da una parte i vitigni nazionali (Malvasia Puntinata, Bellone, Grechetto e Vermentino), dall’altra impiantati a internazionali.
Tra tutte le bottiglie che l’azienda

 produce possiamo citare gli ormai noti Fiammingo e Ultimo Colle,

 rispettivamente Merlot e Bellone entrambi proposti in purezza, ma anche Ettore,

 la loro versione di Grechetto e 29, la malvasia puntinata, senza dimenticare i neonati MOOD vermentino e Nuvola Syrah rosato. La produzione da quest’anno si è 

assestata intorno alle 50.000 bottiglie. La resa/ettaro è davvero bassa perché si 

richiede grande qualità a fronte di vigneti ancora giovani. Si parla addirittura

 di una resa di 60 quintali per ettaro. Un dato che è destinato a crescere in 

vista della realizzazione della nuova cantina che sarà circondata da 

nuovi impianti.

I prodotti della cantina vengono

 distribuiti direttamente dall’azienda in quasi tutto il Lazio soprattutto nei canalo Ho.re.ca, e-commerce o direttamente nella cantina aziendale.

La scelta di volere distribuire il

 prodotto attraverso i nostri collaboratori fidati – precisa Alessandra – è fondamentale considerato che partecipano empaticamente a tutte la fase della produzione del vino. Sono loro che insieme a noi vivono ogni istante di gioia e 

fatica, fattori indispensabili per produrre un prodotto di alta qualità.”

L’obiettivo della squadra è proprio quello di

 sfruttare al meglio ogni potenzialità, di riuscire a svelare ogni segreto di 

questa terra. Stiamo sperimentando tantissimo per poter 

capire come trasferire in un bicchiere un’eccellenza del territorio.

Sarà una lunga sfida

 – ne siamo coscienti – ma accettarla ci entusiasma

 incredibilmente convinti come siamo che nel calice di ogni buon vino troviamo anche l’anima di chi lo produce, la sua impronta dove è impressa la storia della famiglia stessa”.

 

Seguiteci sui nostri canali social per scoprire senza filtri cosa aspettarsi

 stappando una bottiglia di vino. Non solo profumi e sensazioni, anche un po’ di

 magia!

Contatti:
Azienda agricola Sant'Eufemia 
Via Roma, 97 
04012 Cisterna di Latina(LT) 
Cell.: 393 9109358

Email: info@agricolasanteufemia.com

Web: www.aziendaagricolasanteufemia.com
https://www.instagram.com/santeufemia_official/
Print Friendly, PDF & Email

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here