SHARE

L’artista romano espone per la prima volta in una personale

Questo sono Io. Andrea Cauzillo si racconta”, in poco meno di venti quadri, narrato il percorso artistico del maestro, classe 1968

 

La mostra in programma dal 23 al 29 settembre 2017 tutti i giorni dalle 15.00 alle 19.00 in via Ostilia, 41 a due passi dal Colosseo.

 

Andrea Cauzillo si racconta

La prima personale. In più nella Città Eterna. E in una location di prim’ordine. Sono molto emozionato per questo primo appuntamento artistico importante – racconta Andrea Cauzillo –.  Ho cominciato a dipingere per esprimere me stesso, le mie sensazioni e le emozioni che provo, poi a mano a mano che l’apprezzamento per le mie opere cresceva ho acquisito sempre più fiducia fino a sentirmi pronto per una personale che mi raccontasse a 360 gradi. Di qui la scelta del titolo della mostra, a cui abbiamo deciso di abbinare anche l’immagine un mio autoritratto”.

Per questo mi sono affidato a dei professionisti della Tornatora Art Gallery che, con Anna Astrella e Maria Grazia Londrino, curano il percorso espositivo all’interno del Centro d’Arte Vista, la quale si avvale della consulenza artistica di Italarte.

Il critico d’arte Mara Ferloni

“Il linguaggio deciso dell’arte, armoniosa ed equilibrata di Andrea Cauzillo – sottolinea il critico d’arte Mara Ferloni –  scaturisce in una tessitura di immagini il cui senso coloristico affascinante produce una pacata serenità. Le sue opere stilisticamente essenziali, surreali, hanno in chi osserva quella risonanza emotiva che è propria delle cose semplici ma autentiche e vere!”.

 

Il percorso artistico di Andrea Cauzillo

 Dall’esordio, nel 2004, con la pittura a olio studiata presso la scuola di arti visive Arché.

Le opere raffigurano numerosi paesaggi: scorci di vecchie case, tramonti sul mare e mirabili architetture apprezzate durante i viaggi e le vacanze.

 

Il percorso cronologico si chiude con i lavori di impronta naif realizzati negli ultimi mesi

Andrea Cauzillo ha partecipato negli anni a diverse mostre collettive:

 

Il debutto, nel 2010, con la Tornatora Art Gallery a cui si affida anche per la sua prima personale.

A seguire la partecipazione al trofeo delle 1° Trofeo delle 20 Regioni, patrocinato dal Comune di Roma dove, superando la selezione ha avuto accesso alla fase finale che si è svolta al Museo di Villa Vecchia nella villa Doria Panphilj;

L’iniziativa artistica Roma incontra Firenze, con esposizioni di opere di artisti delle due città, presso la Tornatora Art Gallery di Roma e la galleria Mentana di Firenze;

L’esposizione Arte nel Lazio, patrocinata dalla Regione Lazio, presso la galleria Il Leone, in Roma;

La mostra collettiva di arti visive dedicata alle Emozioni d’autore nelle vie dell’Anno Santo, pres­so l’area archeologica dello stadio di Domiziano, patrocinata dal Comune di Roma, dove ha conseguito il diploma di merito;

La prima esperienza all’estero: Artistes du Monde, Exposition Internazionale d’Art Contemporain 2016 – Cannes, patrocinata da Marina Picasso a cui ha partecipato sempre con la Tornatora Art Gallery.

Print Friendly, PDF & Email
SHARE
Previous articleDa Sotheby’s i gioielli di “Rossella O’Hara”
Next articleI falsi diamanti
Massimiliano Facchini
Massimiliano Facchini Sono un costruttore di gioielleria da 37 anni, traendo spunto dal mondo che mi circonda trasformo le idee in gioielli da indossare.... La fotografia e la moto le mie principali passioni. Con la macchina fotografica prediligo immortalare persone e luoghi antichi carichi di emozioni che alimentano la mia continua ricerca e valorizzazione delle tradizioni. Sono curioso ed attento e desidero scoprire tutto ciò che incontro attraversando la vita in sella alla mia moto. massimiliano.facchini@ilpuntonews.net

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here