SHARE

Bambini, create il nuovo!

(Richard Wagner)

Verrà presentato, ufficialmente a Roma in Senato il 20 novembre – in occasione della Giornata Mondiale dell’Infanzia e Adolescenza – e poi a Milano al Teatro San Babila sabato 23 novembre, il nuovo modello educativo Maestri d’Arte per l’Infanzia

L’evento nella città meneghina si terrà sabato 23 novembre alle 14.30 e porterà sul palcoscenico molti dei protagonisti del progetto.

Lo storico Teatro milanese ha ospitato per tutto lo scorso anno scolastico il progetto artistico – educativo a cui hanno partecipato oltre sessanta bambini tra i 4 e i 5 anni.


L’obiettivo di Maestri d’Arte per l’Infanzia è quello di valorizzare l’unicità e i talenti di ogni bambino fornendo, sin dalla prima infanzia, validi strumenti educativi, didattici e culturali.

Il progetto è stato inaugurato nel 2017 dall’associazione no profit PENSARE oltre, dando vita a un programma biennale che ha svolto il suo progetto pilota al Teatro San Babila di Milano e a ChiAmaMilano – Spazio Comune gestito a cura di Massimo e Milly Moratti.

La Fondazione Culturale PENSARE oltre

Elisabetta Armiato, già Étoile del Teatro Alla Scala di Milano, dopo 12 anni di attività con la suddetta associazione no profit, ha costituito la Fondazione Culturale PENSARE oltre di cui è Presidente.

La mission della fondazione è: un nuovo paradigma educativo per un vero Rinascimento.

Ispirato proprio alla Bottega del Rinascimento, il cui patrimonio artistico e culturale ha influenzato il mondo, Maestri d’Arte per l’Infanzia è un differente approccio educativo nel quale veri Maestri d’Arte, gli artisti, trasferiscono i loro saperi ai bambini, lavorando insieme per scoprire e sperimentare i loro talenti.

“A partire dall’infanzia, ho vissuto una vita immersa nell’arte, da quando bambina sono entrata nella Scuola di Ballo del Teatro alla Scala. La mia esperienza educativa, mi ha regalato il senso della bellezza, che è al centro della mia vita ed è stata ed è alla base del mio successo”, racconta il Presidente Elisabetta Armiato.

Il progetto, a partire dalla disamina delle problematiche relative alla scuola e alla qualità dell’istruzione si è posto l’obiettivo di costruire un ponte educativo efficace tra l’adulto e il bambino attraverso l’esperienza della bellezza.

“L’educazione della prima infanzia, nel modello di Maestri d’Arte, pone al centro dello sviluppo del bambino l’immaginazione e il Fare Arte come motore fondamentale – prosegue Armiato – ciò gli permette di sognare il futuro che desidera avere e gli riconosce il diritto e la responsabilità di scoprire il suo talento da protagonista, non da spettatore”.

La presentazione del progetto a Milano

Il 23 novembre sul palco del Teatro San Babila, oltre ad Armiato, interverranno sul palco anche gli ideatori e i protagonisti del progetto: la scrittrice e docente Gabriella Landini Saba, curatrice del libro Maestri d’Arte per l’Infanzia che espone il nuovo modello educativo “che si ispira alla bottega del Rinascimento e promuove prassi innovative nel mondo della formazione del bambino affinché possa esplorare, costruire e valorizzare i propri talenti”.

Nel corso dell’evento verrà presentato anche un breve manuale pratico dedicato ai genitori scritto da Luisa Piarulli, pedagogista e docente di Scienze dell’Educazione e della Formazione. “L’arte di fare il genitore è un “piccolo libro pedagogico” pensato e scritto in particolare per i genitori che accompagnano i propri figli nelle prime esperienze scolastiche – dichiara Piarulli – offre semplici risposte alle mille domande dei genitori e stimoli per un agire educativo il più possibile armonioso”. L’autrice prosegue affermando che “fare il genitore è il mestiere più difficile in assoluto, per questo è un’arte. E allora tendersi la mano è molto importante”.

La Fondazione Culturale PENSARE oltre pone infatti l’accento sull’importanza della famiglia come il primo e fondamentale agente educativo.

Oltre alle due pubblicazioni editoriali verrà proiettato anche il docu-film di Maestri d’Arte per l’Infanzia – con la regia di Agnese Caffi e le musiche originali di Roberto Frattini, che racconta la straordinaria esperienza artistica e formativa in cui si sono immersi i bambini di Milano durante lo scorso anno scolastico e sintetizza i fondamenti del nuovo modello educativo e i fondamenti delle arti applicati.

Ospite d’eccezione Raul Cremona, attore, mago e comico, nonché uno dei Maestri d’Arte del progetto.

A condurre l’evento Luca Forlani, giornalista e inviato del programma Rai La vita in diretta.

Non mancheranno anche alcuni artisti che hanno “creato” con i bambini durante tutto lo scorso anno scolastico. In particolare, saranno presenti il flautista Stefano Canzi, il soprano Consuelo Gilardoni e la pianista Silvia Leggio
Sul palco saliranno anche alcune Tutor per le Arti, artiste e insegnanti che hanno condotto i piccoli protagonisti lungo il percorso annuale: Laura Gerli, Maurizia Luceri e Cristina Paltrinieri.

Un’occasione per celebrare un progetto che ha attirato grande attenzione per la portata della proposta educativa innovativa e al contempo culturalmente solida. Un evento chiave, dunque, per comprendere al meglio il valore di Maestri d’Arte per l’Infanzia.

Print Friendly, PDF & Email

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here