SHARE

Il presente non contiene altro che il passato, come dire che ciò che si scopre nell’effetto si trovava già nella causa

…e l’Azienda Agricola Francesco Gabriele ha origini lontanissime e i suoi alberi secolari sono il simbolo delle antiche radici che danno solidità al presente. In una speciale intervista ne ripercorriamo i passaggi che hanno segnato l’evoluzione dell’attività e ne riassaporiamo i sapori che ci offre la terra madre.


Del legame con la sua terra e dalla passione che si è tramandata di generazione in generazione, Francesco Gabriele ne ha esaltato i colori e i profumi degli agrumi locali tanto da puntare su prodotti genuini come la marmellata di clementine.

L’azienda Francesco Gabriele, si trova in Calabria nel territorio della Piana di Sibari, a fondarla i suoi nonni. L’attività negli anni si è sviluppata oltre che nella produzione di olio anche nella produzione di agrumi, settore trainante dell’agricoltura calabrese.

Coltivare oggi, purtroppo, significa prima di tutto rispettare le leggi del mercato – afferma Francesco – ignorando le esigenze del mondo naturale. La mia concezione dell’ agricoltura, invece, non risponderà mai a logiche economiche, ma esclusivamente alle regole del rispetto dell’ambiente”.

L’azienda produce olio extravergine d’oliva, olive in salamoia e ha una coltivazione di clementine destinata in parte alla trasformazione delle marmellate, realizzate con questo speciale agrume tipico della Regione.

“Vivere la natura significa svegliarsi la mattina e sapere che ogni giorno è diverso dall’altro – continua Francesco – mi riferisco in particolare ad atmosfere che stupiscono in ogni istante con aromi freschi e puri sempre diversi, dove è meraviglioso assaporare fragranze che lasciano un tenero e delicato brivido lungo la schiena”.

Il prodotto di punta dell’azienda è la marmellata di clementine.

La marmellata possiede percentuali di zucchero minime che vengono lavorate senza addensanti, risultando quindi più liquida e di colore più scuro. La particolarità del prodotto è proprio perché composta esclusivamente da zucchero e frutta.

La preparazione è semplice – spiega Francesco – le clementine vengono lavate e sbucciate riducendo le bucce a filetti sottili. Le scorzette vengono messe a cottura per 15 minuti e poi lasciate scolare. Successivamente viene tagliata la frutta dopo aver scartato ogni traccia di pellicina bianca e riposta in una pentola capiente con il succo di limone. Solo alla fine aggiungiamo zucchero di canna, quindi mescoliamo il tutto e lasciamo cuocere a fuoco lento per 30 minuti. Alla fine non resta che travasare il tutto in vasetti di vetro sterilizzati“.

Il risultato è un prodotto buono e al tempo stesso salutare. La marmellata di clementine è un ottimo abbinamento indicato anche per esaltare il gusto di formaggi o di salumi.

Un altro prodotto tipico dell’azienda è l’olio extravergine d’oliva prodotto da agricoltura biologica.

Nasce da olive raccolte all’inizio della maturazione, l’invaiatura, e trasformate con metodologie di ultima generazione.

La trasformazione avviene in un frantoio che lavora a ciclo continuo con un decanter a tre fasi. In seguito l’olio viene stoccato in cisterne di acciaio inox in atmosfera controllata, ovvero viene sostituito l’ossigeno con l’azoto. Vengono effettuati due travasi ed un filtraggio. Infine l’ Olio Extravergine di Oliva viene confezionato in bottiglie di vetro scuro in formato da 0,50 lt ad atmosfera controllata.

L’azienda commercializza i prodotti principalmente nel sud Italia, ma anche in Toscana e nel Lazio attraverso la vendita diretta.

Cerco di curare ogni minimo dettaglio del prodotto partendo dalla materia prima. Una buona marmellata di clementine deve avere il sapore della terra di provenienza, perciò curo la piantagione secondo natura in ogni fase della coltivazione “.

Questa cura maniacale del prodotto è la caratteristica principale con cui viene condotta l’azienda.

Mi circondo di persone che la pensano come me, conclude Francesco. Persone che non credono sia una perdita di tempo lavare le clementine tante e tante volte dopo il raccolto.

Il mio prodotto deve avere il sapore della Terra e deve essere gustato lentamente come se niente intorno a noi esistesse in quel momento “.
Print Friendly, PDF & Email

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here