SHARE

È arrivata alla seconda edizione il progetto di comunicazione InformiAmici che mette alla prova i licei artistici di tutta Italia

Sempre più attenti ad una comunicazione corretta e priva di “fake news” le società di comunicazione SMIC e DGMBOX hanno pensato di informare direttamente i ragazzi,  mettendoli in prima linea come promotori di una comunicazione corretta


Di sesso si parlava poco, di contraccezione ancora di meno, figuriamoci se poi se ne poteva parlare con degli adolescenti.

Il massimo dell’informazione erano le domande e risposte dei giornali come Cioè; ora c’è internet e i ragazzi che non hanno dei genitori moderni pronti a spiegargli le basi del sesso sicuro, lo possono chiedere a Google. Spesso però navigando non si trovano tutte le notizie corrette, ed ecco che qualcuno ancora crede che una lavanda con la Coca possa risolvere qualcosa.

Questo è sicuramente un argomento caldo e quindi non stupisce che SMIC (Società Medica Italiana) e l’agenzia DGMBOX lo abbiano adottato come uno dei temi del format INFORMIAMICI.

Il progetto

Il progetto era di svolgere una campagna di sensibilizzazione fatta da adolescenti per adolescenti; la campagna era volta ad educare all’affettività e al rispetto dell’altro, alla prevenzione delle infezioni a trasmissione sessuale, alla contraccezione e alla contraccezione di emergenza. Proprio questi ultimi due temi sono stati i soggetti delle campagne finaliste di questo progetto che ha coinvolto 6 licei artistici di varie diverse città; probabilmente consapevoli che il salto della quaglia non è proprio la disciplina più affidabile in certi momenti, i ragazzi hanno prestato particolare attenzione alla contraccezione.

“USARE SEMPRE ALMENO IL PRESERVATIVO, PROTEGGE DALLE GRAVIDANZE INDESIDERATE E DALLE INFEZIONI A TRASMISSIONE SESSUALE”

Ma a volte non è sufficiente, gli errori si possono commettere quindi è fondamentale conoscere bene anche la contraccezione di emergenza.

Se non lo sapete da 3 anni le donne maggiorenni possono comprare la pillola del giorno dopo senza prescrizione medica nelle farmacie e parafarmacie; ovviamente per i minorenni è ancora necessaria la prescrizione.

I vincitori

Ha vinto il Liceo Caravaggio di Roma con una campagna dal forte impatto visivo che ci ricorda che l’anticoncenzionale non è un optional.

Il progetto PIC #PrendiloInConsiderazione rappresenta diversi tipi di anticoncezionali come gli elementi fondamentali di diversi sport; non si può fare uno sport senza la giusta attrezzatura. Il preservativo diventa una palla da basket, da golf da pallavolo e la pillola sostituendo il pallone da calcio in un calcio d’angolo ci ricorda che anche quando pensiamo che tuto sia perduto ci si può sempre “salvare in corner”.

Il progetto #goditelasututtalalinea del Liceo Boccioni di Milano ha ricevuto, a pieni voti dalla giuria tecnica, il premio alla creatività;

Mentre il progetto #Svitailbullo dell’Istituto Europa Woolf di Roma ha ricevuto, il premio per l’impegno sociale, anch’esso conferito all’unanimità dalla giuria tecnica.

Visto il successo a settembre si ripartirà nuovamente con la III edizione del format INFORMIAMICI, rivolta a tutti i licei artistici sul territorio nazionale.
Print Friendly, PDF & Email

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here