SHARE
#PUNTOLUCE di Massimiliano Facchini

Gioielli da mangiare, da indossare e da guardare

La mostra itinerante Dolci Conversazioni, a cura di Sonia Patrizia Catena, in collaborazione con Ridefinire il Gioiello e l’Accademia Maestri Pasticceri Italiani


Terminata da pochi giorni a Verona, prossimo appuntamento a Firenze, al Bernini Palace, dal 31 maggio al 30 giugno, in concomitanza con Pitti Immagine uomo, la mostra propone dieci opere di designer del gioiello contemporaneo: ricerca e materiali sperimentali sono il denominatore comune.

Ma non solo: i gioielli sono abbinati a tentazioni della pasticceria

Come gli ironici macarons di Rita Martinez, gli innocui pasticcini pendenti di Francesca Sansoni, il rosso fondente di Fragiliadesign o la gustosa e fresca anguria-bracciale di Frilli Colombo, solo per citarne alcuni.

In questo caso si indossano, ma è meglio non assaggiarli.

Da osservare da vicino ci sono spille, orecchini, collane, anelli, ciondoli e bracciali creati da MICartapesta alias Michela Boschetto, Chimajarno, Elena dp Crea, Fragiliadesign, Frilli Colombo, Giuliana Kobayashi Mantovi, Rita Martinez Art Jewelry, 

 

Francesca R. Sansoni, Ag Art alias Agnese Taverna e Maria Tenore.

 

E per gratificare il palato ci sono i dolci di Stefano Zizzola: Filì ha una base in frolla sablée, mousse al cheesecake e mascarpone che si sposa con un cremoso soffice, con Yuzu e Zenzero, pan di spagna al Thè Matcha. Più una sfera in cioccolato filigrana color oro, con perla in zucchero satinato all’interno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here