SHARE
PUNTOSUDIME di Daniela La Porta

Il Festival della Psicologia del 2018 quest’anno si terrà l’ 8 e il 9 giugno al Teatro India di Roma

Il tema “2030: Viaggio nel futuro” ci farà fare un salto nel 2030 per immaginare la nostra vita di domani


CHE COS’E’ E COME NASCE IL FESTIVAL DELLA PSICOLOGIA

Il Festival della Psicologia nasce nel 2015 su iniziativa degli Ordini degli Psicologi delle Regioni con l’obiettivo di diffondere la conoscenza della psicologia.

La psicologia è una scienza che studia il comportamento dell’essere umano, i suoi processi mentali, affettivi e relazionali, ed opera per promuovere il benessere umano e migliorare la qualità della vita.

I suoi studi sono basati sulla ricerca scientifica tuttavia non sempre ne viene riconosciuto il valore: molti sono scettici sull’effettiva utilità ed efficienza della psicologia, molti hanno paura di essere etichettati a causa dell’idea purtroppo ancora diffusa che chi va dallo psicologo non sia normale.


EVENTO CON UN TEMA PRINCIPALE

Negli ultimi tre anni l’Ordine degli Psicologi del Lazio ha organizza il Festival della Psicologia trattando un tema in particolare. Quest’anno per la terza edizione dell’evento che si terrà l’ 8-9 giugno al Teatro India di Roma, Lungotevere Vittorio Gassman 1. La formula di questa edizione è “2030: Viaggio nel futuro”

L’obiettivo è esplorare, attraverso una prospettiva eminentemente psicologica, il futuro dei prossimi anni.

  “Come ci immaginiamo il futuro, guardandolo da qui?

Italia, anno 2030: i primi millennials sono ormai adulti, i bambini del 2017 sono studenti universitari, i ragazzi degli anni ’60, invece, la generazione “anziana”. In quale società vivono? Quali scenari si sono aperti per educazione, lavoro, relazioni tra i sessi? E dove ha condotto l’ultima rivoluzione tecnologica? Questo esercizio di riflessione e immaginazione sarà il nucleo del Festival della Psicologia 2018.

In programma  convegni, sperimentazioni tecnologiche e laboratori  in compagnia di ospiti del mondo del giornalismo, dell’impresa e dello spettacolo.

IL PROGRAMMA: VENERDI’ 8 GIUGNO

venerdì 8 giugno, ore 15.00

A mente piena: show cooking di Cristina Bowerman In Italia – il secondo tra i Paesi industrializzati per tempo speso a mangiare e bere – il cibo non è solo cibo: è convivialità, è relazione, è memoria, è famiglia, è lavoro, è salute. Nel 2030 il cibo sarà ancora tutto questo, ma forse in modi diversi.  Cristina Bowerman, chef stellata di Glass Hostaria oltre che di Romeo Chef&Baker, non solo ne parlerà, ma proverà anche a cucinarlo. Lo farà con Paola Medde, coordinatrice del gruppo di lavoro “psicologia e alimentazione”  dell’Ordine degli Psicologi Lazio.

venerdì 8 giugno, ore 16.00

“Lavoro: le competenze nel futuro” Il lavoro cambia continuamente, quali saranno  gli scenari di domani?

Le competenze e le professionalità richieste, i servizi da predisporre, il ruolo esercitato dalle istituzioni? A parlarne Claudio Di Berardino, assessore al lavoro e nuovi diritti della Regione Lazio; Romano Benini, docente di politiche del lavoro presso La Sapienza; Pier Giovanni Bresciani, psicologo e direttore della collana ‘Tempo sapere esperienza’(Franco Angeli). A coordinare il dibattito Marco Vitiello, docente di Psicologia del lavoro presso La Sapienza – Università di Roma.

venerdì 8 giugno, ore 17

“DigiTeen: crescere e far crescere nell’era digitale” Sul piano educativo e relazionale il digitale ha offerto opportunità inedite ma ha anche visto nascere fenomeni disadattivi nuovi: cyberbullismo, ludopatia, hikikomori. Quali saranno le traiettorie della digitalizzazione e che impatto avranno sulle generazioni più giovani? Ne parleranno Maura Manca, psicologa, Presidente dell’Osservatorio Nazionale Adolescenza; Barbara Volpi, docente di psicologia presso La Sapienza – Università di Roma, Stefano Triberti, psicologo ed esperto di cyber-psicologiaA condurre, Anna Maria Giannini,docente di psicologia presso La Sapienza – Università di Roma.

venerdì 8 giugno, ore 18

“2030: saremo ancora così violenti?
Come dimostra anche la cronaca, la violenza domestica è una vera emergenza, con costi elevatissimi per la collettività dal punto di vista sociale, assistenziale e giuridico. Pur essendo aumentata negli ultimi anni l’attenzione sugli aspetti del contrasto e della prevenzione,  è essenziale riflettere sugli strumenti più efficaci per contrastare il crimine ed evitare il rischio di recidiva. Il gruppo di lavoro “Violenza nelle relazioni intime” dell’Ordine degli Psicologi del Lazio ne discuterà con Tiziana Ferrario, giornalista e inviata del Tg1 e Carla Ciavarella, direttore della Casa di Reclusione di Alta Sicurezza di Tempio Pausania e della Casa Circondariale di Nuoro.

venerdì 8 giugno, ore 20.30

“Microcosmi e Macrocosmi: il futuro di famiglie, coppie, relazione genitori-figli, amicizie” Nuove forme dello stare insieme, nuovi spazi di incontro, comunità “online” che si sostituiscono a quelle reali.  Le priorità di vita e di relazione stanno mutando velocemente e profondamente. Cosa ci riserva il domani e quali sono i nuovi confini che regoleranno gli spazi emotivi  e i rapporti interpersonali? Ne discuteranno  Edoardo Leo, attore, regista e sceneggiatore;  Chiara Simonelli, docente di Psicologia dello sviluppo sessuale presso La Sapienza – Università di Roma e Presidente della European Federation of Sexology, Roberta Aloisio, Marketing Manager per l’Italia di Meetic. Condurrà la discussione Paola Medde, psicologa e psicoterapeuta, coordinatrice dell’Ordine degli Psicologi Lazio.


IL PROGRAMMA: SABATO 9 GIUGNO

sabato 9 giugno, ore 15

“Il cinema incontra il futuro” Rappresentare e descrivere il mondo come potrebbe essere tra qualche decina d’anni, utilizzando come sfera di cristallo le sequenze cinematografiche realizzate dai cineasti più illuminati.

E’ la formula pensata per un viaggio alternativo verso il 2030. Quali tecnologie verranno utilizzate maggiormente? Quali benefici e rischi porterà il futuro nelle nostre società? Ad accompagnare il pubblico sarannoGabriele Niola, giornalista, autore televisivo e critico cinematografico e Sergio Stagnitta, psicologo, blogger de L’Espresso e fondatore di “Cinema e Psicologia”.

 sabato 9 giugno, ore 17

“Politica 2030: partecipazione o manipolazione?” I media digitali hanno ridefinito i contorni del dibattito politico in modo radicale. Dopo una prima lettura che ha visto nella tecnologia un’opportunità di allargamento dell’arena del confronto e dei temi in discussione, una riflessione più attenta ha evidenziato i rischi di una democratizzazione solo apparente. Ma quale scenario è lecito attendersi nel prossimo decennio? Ne discuterannoFrancesco Costa, giornalista e vice–direttore del “Post”; Dino Amenduni, socio e comunicatore politico dell’agenzia Proforma; Patrizia Catellani, docente di Psicologia politica dell’Università Cattolica di Milano. A condurre il dibattito Nicola Piccinini, Presidente dell’Ordine degli Psicologi del Lazio. 

sabato 9 giugno, ore 20.30

“Macrocosmi e microcosmi: emozioni e territori” Degrado, disinteresse, impotenza, sfiducia: la retorica del pessimismo che attraversa le narrazioni del mondo attuale e dei nostri contesti di vita rende parole come fiducia, investimento, convivenza e condivisione vuote e prive senso. Possiamo immaginare il 2030 con prospettive e narrazioni diverse? Su questo tema si confronteranno Viviana Langher, docente di Psicologia Clinica presso La Sapienza – Università di Roma; Simone D’Antonio giornalista e presidente di Youth Press Italia;  Emanuele Grazioli, fondatore del servizio di scooter sharing  Zig Zag; Luca Setti, E-commerce Manager presso Coop Italia. A condurre, la psicologa Chiara Fregonese.


LE ESPLORAZIONI

Test di psicologia, sperimentazioni e laboratori per esplorare se stessi, le proprie competenze e abilità. Disponibili per l’intera durata della manifestazione, negli spazi aperti del teatro India.

 “La Ruota della Vita”, uno strumento per riflettere con chiarezza sui singoli aspetti che caratterizzano la propria vita in modo da tracciare un quadro complessivo e stabilire la rotta migliore da seguire; “I tre cerchi d’influenza”,  un’applicazione ideata per analizzare i propri problemi osservandoli da un’altra prospettiva e definire con esattezza obiettivi di miglioramento e  piani di sviluppo per raggiungerli; “Il Grafico della Vita”, Una risorsa per analizzare gli eventi importanti della propria vita, individuare schemi ricorrenti ed errori e capire come modificare il corso degli eventi per il futuro; “Le mie soft skills”, una fotografia delle competenze maturate fino ad oggi nelle esperienze professionali e non solo, per individuare quelle maggiormente allenate e quelle non ancora sviluppate a pieno.


LE SPERIMENTAZIONI TECNOLOGICHE

Esperienze di vita compiute attraverso nuovi dispositivi tecnologici e con l’ausilio della realtà virtuale di” Rehub”, software di sollecitazione della funzione mnesica del cervello. Tra le sperimentazioni:

Ora parlo io”, interazione virtuale con personaggi celebri per sperimentarsi in situazioni di public speaking e apprendere nuove tecniche e stili comunicativi all’interno di scenari altamente realistici e interattivi; “Fobia!” per sperimentare le paure del contagio, l’agorafobia, la claustrofobia, l’ amaxofobia e molti altri comportamenti ossessivi compulsivi, attraverso il DOC VR, un avanzatissimo software di realtà virtuale; “Un salto nel vuoto”,l’esperienza della “Richie’s Plank Experience”, una contaminazione tra reale e immaginario in cui il soggetto proverà la sensazione di essere sospeso nel vuoto con  un elevatissimo livello di realismo psicologico; Relax, l’immersione in un ambiente virtuale a scelta per disconnettersi dal mondo e sottoporsi a una  meditazione guidata attraverso il Guided Meditation VR, applicazione di realtà virtuale di ultima generazione.


Cari lettori vi invito a partecipare ad una o più iniziative organizzate nell’ambito del Festival Psicologia. L’invito è rivolto a tutti ed è gratuito per tutti.

In occasione del Festival molti psicologi come me parteciperanno come professionisti che offrono una prima consulenza gratuita più altre due consulenze ad un costo pià vantaggioso.
Anche io sarò presente al Festivalpotete richiedere una consulenza con me cercando Daniela La Porta nella pagina Psicologi nel sito dell’ordine psicologi inerente il festival della psicologia e scaricando il relativo voucher. 
Per ogni ulteriore informazione fate riferimento sempre al sito del Festival della Psicologia di Roma.

A presto!

Daniela La Porta

danielalaportapsi@gmail.com

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

Print Friendly, PDF & Email
SHARE
Previous articleIeri, oggi, domani
Next articleOggi Sposo: l’Amore Perfetto di Matteo Cirillo
Daniela La Porta
Dottoressa Daniela La Porta Psicologa iscritta all'Ordine degli Psicologi del Lazio n° albo 23403. Considero PUNTI cardine della mia professionalità: l’ASCOLTO, il SOSTEGNO, il BENESSERE, la CONOSCENZA. Conduco la rubrica PUNTOSUDIME. ‘Puntiamo su noi stessi', perché siamo gli UNICI ESSERI che oltre ad AMARE possiamo un po' CAMBIARE e MIGLIORARE. Email: danielalaportapsi@gmail.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here